Camille casalinghe


Oggi in uno dei miei blog preferiti mi sono imbattuta in una ricetta per fare le Camille. Ve le ricordate le Camille? Le merendine alla carota del Mulino Bianco che erano così belle e buone che sembravano persino sane? Visto che sono state loro a riconciliarmi con le carote (da bambina le odiavo), mi è sembrato giusto provare subito la ricetta. Anche perchè, anche se è sabato, e stamattina frigo e dispensa erano ancora vuoti, c’era una busta intera di carote che mi osservava supplichevole dal fondo del cassetto delle verdure da una settimana, sospirando un ti-prego-mangiaci che era qualcosa che non potevi evitare di sentire. Qualcosa dovevo fare. E visto che sono due settimane che mangiamo minestrone, bisognava cambiare un po’. Insomma, per farla breve, le ho fatte. E ho pure aggiunto qualcosa di mio alla ricetta. Mi pare che nelle Camille ci fossero anche le arance, oltre le mandorle e le carote. Così le ho aggiunte. E ci ho messo anche un pizzico di cannella che sta sempre bene. E devo dire che sono venute veramente buone. Per la gioia del mio golosone preferito, che, poveretto, ho messo a dieta da due settimane. 🙂 Ma suvvia si tratta di qualche tortina salutare fatta con le carote, le mandorle e le arance! Tante vitamine e antiossidanti in una cosina dolce che è anche tanto buona.


Ingredienti

230 g di farina, 200 g di carote tritate, 80 g di mandorle pelate e tritate, 190 g di zucchero, 2 uova, 50 ml di olio di semi di girasole, 70 ml di latte, la scorza di un’arancia grattuggiata, 1 bustina di lievito, 1 bustina di vanillina, una spruzzata di cannella (se si vuole zucchero a velo e cannella anche per guarnire).

Procedimento

Sbattere le uova con il frustino e poi aggiungere lo zucchero fino ad ottenere un composto omogeneo. Unire le mandorle e le carote tritate, la vanillina, l’olio ed il latte. Aggiungere la farina, il lievito, la scorza d’arancia e la spruzzata di cannella. Inserire dei pirottini di carta nella teglia per muffin e versare all’interno il composto fino a riempire metà, tre quarti di pirottino. Cuocere in forno preriscaldato per 20 – 35 minuti. Dipende molto dal forno: il mio è antidiluviano e a gas e ci mette un secolo.

7 comments

  1. Molto bello quello che dici nel tuo profilo. Anche io abito all’estero e per sentirmi vicina ed in contatto con l’italia che scrivo anche le mie ricette. Con Affetto Mariluna

  2. Buone le camille!! piacciono tantissimo anche a me!! non ho ancora trovato una ricetta che mi soddisfi e che assomigli a quelle della Mulino BIanco!! proverò la tua!! complimenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *