Cookie integrali con noci, uvetta e cannella

Alla festa di S. Juan non sai mai quello che può succedere. C’è gente che va sulla spiaggia perfettamente in sè e il mattino dopo si ritrova senza portafogli e con una scarpa mai vista prima al piede destro. C’è chi si sveglia accanto a uno sconosciuto e chi parte per un lungo viaggio per la Spagna. E ancora non è tornato.
E’ una notte strana quella di S. Juan, qui a Barcellona. I fuochi d’artificio ti rintronano o ti abbagliano e la vicinanza con la gente ti fa perdere identità. E’ la festa dell’estate la notte tra il 23 e il 24 giugno, l’inizio e la fine di tutto, un modo per ricordarti che sei vivo e che la vita può essere violenta e imprevedibile.
Fatto sta che qui, quest’anno si è deciso di passarlo in casa, in terrazza, con tanti amici intorno a un barbecue, spiedini di pollo e avocado alla moustarde e salame inglese per dolce. I fuochi d’artificio ti circondano, ma non fanno paura, i gabbiani scompaiono e il vento moderato rende tutto più irreale. La città è lontana lì sotto e tu sai perfettamente chi sei, che domani avrai sempre un portafogli, le scarpe ai piedi e nessuno sconosciuto che ti dorme accanto.
L’indomani però ci sentivamo lo stesso un po’ intontiti. Forse per tutta quella carne e l’alcol, per il caldo o per le ore piccole. Quindi a parte una dieta a pane, acqua e zucchine bollite, ci voleva qualcosa di gustoso, naturale e coccoloso per rinfrancarci. Considerato che per me l’avena è la panacea per tutti i mali e che avevo una certa quantità di uvetta da far fuori ho pensato a questi biscotti.

Ho preso spunto da varie ricette trovate in rete e le ho adattate agli ingredienti che avevo a casa. Sono venuti fuori dei grossi cookie (9 con queste dosi) croccanti e dolci che ho proposto a merenda con un’amica, vedendo un film argentino e sorseggiando latte di mandorla, e poi a colazione, con un tè leggero. E basta, perché poi sono finiti, ovviamente. 🙂


Ingredienti

(per “vasetto” si intende un bicchierino di yogurt vuoto da 125 ml da usare come unità di misura)

1 e 1/2 vasetti di farina integrale, 1 vasett0 di fiocchi d’avena, 2 vasetti di noci spezzettate, 1 vasetto di uvetta, 1 vasetto di olio di semi di soia, 1 vasetto di zucchero di canna, 1 uovo, 1 cucchiaino di cannella, 1 cucchiaino abbondante di lievito, 1 cucchiaino di vanillina.

Procedimento

Mescolare in una ciotola con un cucchiaio di legno la cannella, il lievito, la farina, l’avena, le noci e l’uvetta (che prima avrete fatto rinvenire in un po’ d’acqua e poi ben strizzata). In un altro contenitore mescolare energicamente con un cucchiaio di legno o una frusta l’olio con lo zucchero, l’uovo e la vanillina. Quando inizia a fare le bolle mescolare i due composti e poi, aiutandosi con un cucchiaio, formare dei dischi su una teglia coperta di carta forno (lasciare una certa distanza tra l’uno e l’altro perchè tenderanno a gonfiarsi molto e ad attaccarsi. Cuocere in forno finchè non sono un po’ dorati. Io ho messo il mio catorcio di forno a fuoco moderato e ci sono rimasti per una mezz’oretta. Se possedete un forno normale direi che può andar bene un quarto d’ora. E’ importante che appena sono cotti li usciate dal forno e li facciate raffreddare senza toccarli perchè tendono subito a sbriciolarsi. Appena si saranno raffreddati e saranno diventati ben secchi potete staccarli e spolverarli di zucchero a velo, se volete.

3 comments

  1. Ciao Cara come stai???? mi piacciono le tue cose e come scrivi e mi piacerebbe sentirti spesso…ti ho lasciato un commento poco fà giu, perché é da tempo che non ti visitavo..Ma l’avevo già fatto sui muffins…buoni e belli anche questi cookie integrali…fanno proprio al caso mio che amo questi muscugli di uvette,canella noci…deliziosi…verro’ ancora cara e spero di ritrovarti…buona giornata *_*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *