Paste ai pinoli o panellets de piñones?

Una delle prelibatezze siciliane che mi mancano di più? Le paste di mandorla, sigh… 🙁 Quei peccaminossimi dolcetti fatti di mandorle, pistacchi, pinoli, con le loro infinite varianti farcite, colorate, glassate. Che come scrisse qualche mese fa un’altra blogger, “ingrassano al solo sguardo”.

Fortuna che la Catalogna e la Sicilia orientale hanno tantissime cose in comune. Nella lingua e nella cultura gastronomica in particolare. In questo periodo autunnale uno dei dolci tipici di Barcellona è un vassoio di dolcetti di marzapane che sembrano bomboniere, il più tipico dei quali ha la forma di una pallina rivestita di pinoli dorati. In Sicilia ci sono anche, sono delle paste di mandorla allungate rivestite di pinoli. Sembrano identici, anche come consistenza e sapore, ma in realtà quelli catalani hanno una piccola differenza. Mentre quelli siciliani sono fatti solo di mandorle, miele e pinoli, qui in Catalunya parte del composto di marzapane è fatto con una patata farinosa e dolce, dalla buccia e dalla polpa rossa e dalla forma irregolare, che qui chiamano “boniato” e che mangiano come dessert il sabato insieme alle castagne. Ha un po’ il sapore della zucca e da cotta anche il colore.

Tutti i supermercati qui ne sono invasi. Sia di boniatos che di questi buonissimi dolcetti ai pinoli, i “panellets“. Qualche giorno fa, al supermercato mi sono persino imbattuta in un volantino con la ricetta. Simpatica idea: qui non vendono solo i dolcetti già pronti, impacchettano in un vassoio tutto l’occorrente per fare i panellets, ti aggiungono la ricetta e ti sfidano con un “Perché non provi a farteli da sola”? Sfida accettata naturalmente, anche perché sono uno dei miei dolci siciliani preferiti. E fare il marzapane base è davvero facilissimo e veloce. La parte un po’ più complicata è la copertura (che, oltre che con i pinoli, si può fare con il cocco essiccato o le mandorle tritate grossolanamente) e i tempi di cottura.

I dolci catalani sono così belli che sembrano finti. Hanno un’aria giocattolosa, tanto perfetta che è un peccato mangiarli. I catalani si sbizzarriscono anche con le decorazioni dei panellets: coloranti, ciliegine, scaglie di cioccolato, zucchero.Visto che le feste di Tutti i Santi sono i giorni d’elezione in cui si mangiano i panellets e oggi piove a dirotto e non ho nessuna voglia di uscire, vi lascio la ricetta e corro a rifarli, visto che ho anche una bella patata “boniato” che mi aspetta e vari ingredienti per decorarli.

Ingredienti
Per il marzapane base: 250 g di farina di mandorle, 200 g di zucchero a velo, 1-2 albumi, 150 g di patate o boniatos, buccia di limone grattuggiata, 1/2 cucchiaino di vanillina.
Per la decorazione: 2 tuorli d’uovo, pinoli, farina di cocco (circa 100 g).

Procedimento

Bollire le patate con la pelle, una volta cotte, pelarle e schiacchiarle bene con una forchetta. Ottenuto il purè, lasciarlo a raffreddare e intanto mescolare lo zucchero a velo con uno degli albumi d’uovo e la vanillina. Aggiungere le mandorle tritate e il limone grattuggiato a piacere (sono buonissimi anche con mezzo cucchiaino di acqua di fiori d’arancio invece della buccia di limone), infine il purè di patate. Mescolare poco, fino ad ottenere una pasta omogenea e facile da lavorare. se il composto dovesse risultare poco malleabile aggiungere il secondo albume. Con questo composto base adesso è possibile creare qualsiasi tipo di panellets.

Per i panellets ai pinoli: formare delle palline grandi come un Bacio 🙂 Passarle nel tuorlo d’uovo sbattuto e poi rivestirle bene di pinoli crudi.

Per i panellets al cocco: mescolare la stessa quantità (in volume non i peso) di marzapane e farina di cocco. Formare delle palline con questa pasta e dargli la forma di un cono (vedi foto). Passarle nel tuorlo d’uovo sbattuto e poi nel cocco grattuggiato.

Per i panellets alle mandorle: esiste una terza variante dei panellets che non ho ancora provato, dalla forma ovale e una copertura di granella di mandorle. Si procede allo stesso modo: si dà alla pallina di marzapane base una forma allungata, stavolta si passa nell’albume sbattuto invece che nel tuorlo e poi nella granella di mandorle.

Cottura dei panellets: metterli su una placca da forno rivestita di carta forno e cuocerli a temperatura elevata (225 gradi) per 8-10 minuti, finché non saranno dorati. La variante con la ciliegina è una mia invenzione. Si schiacchia una pallina di composto, si mette sopra mezza ciliegina e si cosparge di granella di zucchero.

5 comments

  1. Ciao,
    Sono Deborah di GialloZafferano e ti contatto per proporti di partecipare al nostro secondo concorso culinario “Sapore di Sfida – Dolce Natale”.
    Dopo il successo ottenuto dal nostro primo concorso “Sapore di Sfida – inventa la tua insalata di pasta”a cui avete partecipato in 80, noi di GialloZafferano abbiamo pensato di riproporvi una nuova sfida tutta Natalizia.
    Se sei creativo, ti piace cucinare e vuoi metterti alla prova sfidando altri Blogger e Forumisti del nostro sito, questo dolcissimo concorso fa al caso tuo!
    Di cosa si tratta? Semplice!
    Rivisita o riscopri la ricetta di un dolce Natalizio o inventane una tutta tua personalizzandola secondo i tuoi gusti e la tua fantasia e prova a lasciare a bocca aperta la nostra giuria Vip.
    In palio per i primi tre classificati c’è un meraviglioso premio e la possibilità di vedere la propria ricetta pubblicata da Sonia sul sito GialloZafferano.it .
    Sei tentato? Partecipare alla competizione è semplicissimo, tutto quello che devi fare è:
    1. rimandarci il modulo che trovi in allegato a questa mail, compilato in tutti i suoi campi all’indirizzo deborah.nania@giallozafferano.it entro e non oltre la mezzanotte di Venerdì 14 Novembre
    2. registrarti sul Forum di GialloZafferano che trovi a questo indirizzo http://www.giallozafferano.it/forums/ (se sei già iscritto salta questo passaggio)
    Bene! Ora sei iscritto alla gara… non ti resta altro da fare che postare la tua ricetta! Ecco come:
    1. Posta la tua ricetta nell’apposita sezione creata per il concorso, entro e non oltre la mezzanotte di Venerdì 28 Novembre, scrivendo la ricetta completa di ingredienti, una (o massimo due ) foto del piatto finito, ed il link di rimando al tuo Blog.
    2. Posta la ricetta completa sul tuo Blog, in modo che i tuoi affezionati lettori possano seguirti, con un link di rimando al Forum di GialloZafferano.
    Ti chiedo solo di rispettare i termini di scadenza perché tutte le ricette postate oltre la data e l’ora di scadenza non saranno prese in considerazione ai fini del giudizio finale.
    Una volta terminato il tempo di consegna delle ricette, una giuria di Vip si riunirà per decretare i primi tre classificati, quelli cioè che hanno saputo meglio esprimere lo spirito Natalizio attraverso la propria ricetta.
    Se deciderai di partecipare al concorso, noi di Giallo Zafferano ti invieremo un simpatico gagliardetto da apporre in Home Page che attesta la tua partecipazione alla gara.
    Ovviamente, tutti i nostri 45.000 utenti saranno sollecitati a gironzolare nelle cucine virtuali dei vari Blog partecipanti ed a lasciare dei commenti alle ricette in lizza per la vittoria.
    Ti piace questa iniziativa?
    Allora affrettati a confermare la tua iscrizione entro Venerdì 14 Novembre… vi aspettiamo numerosi!
    Per maggiori informazioni puoi consultare il Regolamento Completo presente sul nostro Forum o il comunicato stampa.
    Per qualsiasi domanda o richiesta considerami a tua disposizione.
    Deborah

  2. Grazie tanto Carissima ho visto una gran bella descrizione…ero curioso tra il nostro marzapane e i panellets. Vivendo a Barcelona nn mi ero mai incuriosito di tale differenza,anche´ sia poca,e' stato un piacere averti incontrato.
    Hasta pronto!!!
    Un abrazo,
    Umberto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *